Le Case Cavallini Sgarbi
Le Case Cavallini Sgarbi

versione italiana  IT      english version  EN

Per informazioni e prenotazioni
+39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu    info@lecasecavallinisgarbi.eu


AUDIO

Visita anche:
Farmacia Storica Sgarbi
Farmacia Storica Sgarbi Ro Ferrarese

Free counter and web stats

Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu



PHOTOGALLERY

entra nelle case Cavallini Sgarbi,
scopri gli scorci e gli interni



Scarica la brochure



Edificato in epoca medioevale nelle adiacenze della chiesa di Santa Maria delle Bocche, il palazzo passò nel 1471 dal notaio Rinaldo Mezzaprile alla famiglia Ariosto, assieme all’edificio contiguo (la Magna Domus dell’illustre casata), al quale è unito da un cavalcavia in vicolo del Granchio. Nel 1484 l’edificio divenne proprietà del canonico Brunoro Ariosto: è verosimilmente di quest’epoca il monogramma cristologico collocato sulla facciata, a ricordo della predicazione in Ferrara di San Bernardino da Siena, che lo adottò come proprio emblema. Il portale in marmo con archivolto e mensola a chiave può essere fatto risalire al Cinquecento.

Mentre Brunoro era canonico a Rovigo, nel palazzo si stabilì il fratello Nicolò, dal quale nacque il celeberrimo Ludovico, allora decenne. In questo edificio, il futuro autore dell’Orlando Furioso studiò con il precettore, Domenico Catabene di Argenta, e probabilmente vi compose le prime poesie e alcuni acerbi testi teatrali. Alla morte del padre, il grande poeta abbandonò Ferrara per recarsi a Canossa in qualità di capitano della Rocca, anche se ritornò più volte a vivere in queste stanze, sino a quando acquistò la casa in contrada del Mirasole. Nella casa di via Giuoco del Pallone 31, di cui divenne in seguito l’unico proprietario, Ludovico scrisse ampi brani della prima versione dell’Orlando Furioso, edita nel 1516.

Dopo gli Ariosto, il palazzo divenne della nobile famiglia Canani e, via via, dei Federici, dei Righetti, degli Agnoletti, finché nel XIX secolo fu acquistato dal paesaggista e critico d’arte Ferdinando Ughi. Questi lo vendette al pittore Oreste Buzzi nel 1913, il quale era tornato dal Brasile fornito di cospicue risorse economiche, dopo aver lavorato anche per il presidente della Repubblica. Alla morte di Buzzi, avvenuta nel 1943, il figlio Ugo cedette la casa ai Cavallini, genitori di Bruno (padre di Eleonora Cavallini), Rina e Romana (madre di Mario, Giovanni, Bruno e Anna Verdi). Rina Cavallini sposò Giuseppe Sgarbi e concepì Vittorio Sgarbi ed Elisabetta Sgarbi.

Di gusto rinascimentale è il prospetto, di squisito taglio esornativo legato alla tradizione del “cotto” ferrarese. L’antico portico al pianterreno venne tamponato durante il XVI secolo, mentre la facciata fu sopraelevata dopo l’acquisto da parte di Buzzi su progetto del medesimo, che si preoccupò intelligentemente di mantenere l’unità stilistica con il piano nobile e lo decorò personalmente con raffinate tempere di gusto tardo-liberty e art déco, sia nei soffitti che sulle pareti. All’epoca in cui Oreste Buzzi comprò la casa, permaneva al pianterreno uno stanzone (allora rivendita di legno e carbone) dove, secondo la tradizione, Ludovico Ariosto metteva in scena le proprie commedie davanti ai famigliari, a mo’ di anteprima.



Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu


Casa Uno - Elisabetta
Piano Superiore - 145 mq
Vista giardino e volto medioevale di Vicolo del Granchio
Composizione
Ampio soggiorno e salotto
Cucina abitabile
2 Camere matrimoniali
1 Camera singola
2 stanze da bagno
Climatizzatore.
Due televisioni

Casa Due - Vittorio
Piano di Mezzo - 145 mq
Vista giardino e volto medioevale di Vicolo del Granchio
Composizione
Ampio soggiorno e salotto
Cucina abitabile
Sala studio
2 Camere Matrimoniali
1 stanza da bagno
Climatizzatore.
Due televisioni

Casa Tre - Caterina
Piano Primo - 70 mq
Vista giardini interni e volto medioevale di Vicolo del Granchio
Composizione
Soggiorno e salotto
1 Camera matrimoniale
Saletta studio
Cucina
1 stanza da bagno
Climatizzatore.
Due televisioni

Casa Quattro - Giuseppe
Piano Primo - 70 mq
Vista giardini interni e vista terrazzo
Composizione
Soggiorno e salotto
2 Camere matrimoniali
Cucina
1 stanza da bagno
Climatizzatore.
Due televisioni


Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu


L'attuale arredamento degli appartamenti si è ispirato all'idea di valorizzare alcune voci singolari dell'arte figurativa italiana: artisti contemporanei come Claudio Parmiggiani, Piero Guccione, Gianfranco Ferroni e Tullio Pericoli, artisti particolari come il pittore Antonio Stagnoli e il designer Giuseppe Rivadossi, che ha disegnato appositamente per le Case La panchina degli sposi e dodici cavalletti per le future mostre d’arte. Infine, gli esperimenti figurativi di scrittori, come la variazione sul tema delle biciclette di Diego Marani.
Tutte queste opere sono visibili negli appartamenti del secondo piano e del piano superiore, accanto ai mobili d'epoca che infondono al luogo il fascino di molte epoche in un contesto urbano di intatto sapore medioevale.

Al piano terra al civico 33 di via Giuoco del Pallone è presente la reception Giuseppe con la possibilità di usufruire di un servizio accoglienza che consente di sperimentare le fantastiche tisane e bagni schiuma della Farmacia Storica Sgarbi e di prendere in visione e/o acquistare DVD e libri.


IMG_0897 IMG_0909 IMG_0911 IMG_0915 IMG_0921 IMG_0956 IMG_0980 IMG_0994 IMG_0997 IMG_1001

Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu


PHOTOGALLERY

entra nelle case Cavallini Sgarbi,
scopri gli scorci e gli interni



Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu



Visualizzazione ingrandita della mappa

Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu


PHOTOGALLERY

entra nelle case Cavallini Sgarbi,
scopri gli scorci e gli interni


casa Elisabetta
da 150 euro per due persone a 300 euro per cinque persone; caratteristiche della casa: due camere letto matrimoniali e una camera singola; due stanze da bagno; la casa Elisabetta ha all'interno un grande affresco raffigurante un bosco e l'arte della scrittura nel soggiorno principale, un'ampia cucina abitabile, uno studio e un lungo corridoio biblioteca.

casa Vittorio
da 150 euro per due persone a 300 euro per cinque persone; caratteristiche della casa: un'ampia camera matrimoniale con vista giardino interno, una camera con letto a una piazza a e mezzo, una stanza da bagno; ampio soggiorno con quadri d’epoca, studiolo, grande cucina sul vicolo medievale del Granchio..

casa Caterina
100 euro per due persone. 150 per tre persone; Caratteristiche della casa: una camera matrimoniale , un soggiorno con vista sulla chiesa Di San Gregorio, uno studio con mobili seicenteschi, una stanza da bagno. Affreschi di Antonio Stagnoli in camera da letto e soggiorno

casa Giuseppe
da 120 euro per due persone a 200 per quattro persone; piano primo - 70 mq; vista giardini interni e vista terrazzo; composizione: Soggiorno e salotto - 2 Camere matrimoniali - Cucina - 1 stanza da bagno



ANIMALI DOMESTICI

Nessun animale domestico è ammesso negli appartamenti.



TASSA DI SOGGIORNO

Il contributo viene applicato a decorrere dal 1° giugno 2013 ed è dovuto da chi soggiorna nelle strutture ricettive presenti nel territorio della città di Ferrara (€ 1,50 per ogni persona adulta per massimo 5 giorni).



SERVIZI

Noleggio biciclette 5 euro al giorno.

Parcheggio auto custodito 5 euro al giorno.

Seggioloni e culle a disposizione a richiesta


PRENOTAZIONI

Le prenotazioni per le Case Cavallini-Sgarbi inferiori alla durata di una settimana, devono eventualmente essere disdette non oltre le 48 ore. In caso contrario, verrà addebitato l'intero importo della durata del soggiorno prenotato.

Per prenotazioni superiori alla settimana, sino a un mese, nel caso di contrattempi che costringano gli ospiti a interrompere il soggiorno, si ricorda che verrà loro addebitato l'intero importo, come da prenotazione relativa.


CHECK-OUT

Check-out fino alle ore 11.00 dell’ultimo giorno di permanenza.


RESPONSABILITÀ PER DANNI EVENTUALI

Per ogni danno dovuto all’incuria arrecato agli appartamenti, ai mobili e agli oggetti presenti, gli ospiti saranno ritenuti responsabili e si faranno quindi carico delle spese di riparazione.



PULIZIA DEGLI APPARTAMENTI GIORNALIERA

Durante il soggiorno verrà addebitata una cifra fissa di 5 euro al giorno per la pulizia degli appartamenti.



CONTATTI CASE CAVALLINI SGARBI

Lorenzo Soriani 0039 3453329820
Damiana Cavagion 0039 3490783192





Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu


Agli ospiti delle Case Cavallini-Sgarbi verranno offerte condizioni particolarmente vantaggiose presso:

la Boutique Alberto Biani, Via della Luna 20, tel. 0532.205040
il Concept-Store Sabai-Sabai, Piazza Sacrati 28, tel. 0532.243386
il Ristorante Max, Piazza della Repubblica 16, tel. 0532.209309


logo-300

Farmacia Storica Sgarbi

Piazza Umberto I, 23 – Ro Ferrarese (Fe)

» visita il sito

La Farmacia Storica Sgarbi di Ro Ferrarese è classificata “di antico diritto”, poiché la sua istituzione risulta anteriore all’ordinamento degli Stati Pontifici promulgato il 15 novembre 1837. Tuttavia le prime notizie certe risalgono al 14 giugno 1852 e compaiono in una scrittura privata con la quale Luigi Mantovani e i fratelli Ippolito e Giovanni cedono il diritto di farmacia, esercitato nella località di Zocca, ad Alessandro Mari per la somma di “romani metallici scudi cinquecento”. Dopo il pagamento della cifra pattuita, il 19 luglio del medesimo anno, il nuovo titolare chiede alla Magistratura della Comunità di Copparo l’autorizzazione a trasferire il negozio e il laboratorio a Ro. Alla morte di Mari, avvenuta l’11 febbraio 1868, la farmacia viene ereditata dalla consorte, Felicissima Boccafolli, la quale ne affida la gestione al dottor Stanislao Schiavo, che sposerà qualche anno più tardi. Alla scomparsa della donna, il 31 ottobre 1897, l’attività entra in possesso di Francesco e Ilda Schiavo, figli di Stanislao.
Nel 1940, la farmacia appartiene ad Alda Scutellari che, il 2 marzo, la cede al marito Alessandro Guglielmini. È da questi che, tredici anni più tardi, il 4 novembre 1953, Giuseppe Sgarbi e Rina Cavallini – genitori di Vittorio Sgarbi ed Elisabetta Sgarbi, che si laurea in farmacia, nonostante i suoi interessi letterari – acquistano il diritto di farmacia, insieme “agli arredi, agli scaffali, ai banchi, agli stigli e all’altro mobilio” presenti “nel negozio annesso alla casa prospiciente la Piazza Umberto I di Ro Ferrarese”. Rispetto a quel giorno, pressoché nulla è mutato all’interno della Farmacia Storica Sgarbi, e la persona che ne varca la soglia e incontra le dottoresse Elisa e Silvia Sgarbi si ritrova quasi magicamente proiettata all’inizio del Novecento, circondata dai profili sinuosi dell’Art Nouveau e del Liberty Floreale che trasformano le vetrine, il bancone, gli specchi e il lampadario in autentiche opere d’arte.

Per visite e informazioni: Alessandro Bertazzini +39.0532.869639



Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu




Appartamento Elisabetta: Tullio Pericoli
Tullio Pericoli, pittore e disegnatore, è nato a Colli del Tronto nelle Marche e dal 1961 vive a Milano. Espone in numerose gallerie e musei italiani ed esteri e pubblica i suoi disegni sui più importanti quotidiani e periodici internazionali. La sua recente attività di scenografo l'ha portato a lavorare per l'Opernhaus di Zurigo, il Teatro Studio e il Teatro alla Scala di Milano. Tra i suoi libri Ritratti arbitrari (1990), Attraverso il disegno (1991), Colti nel segno (1995), Terre (2000), Nature (2002), I ritratti (2002) e Otto scrittori (2003).


TullioPericoli




Appartamento Vittorio: Wainer Vaccari
Wainer Vaccari è nato l’8 dicembre 1949 a Modena dove vive e lavora. Trascorre la sua infanzia nella Svizzera tedesca dove conosce direttamente la pittura nordica. In seguito ad una mostra sulla Nuova Oggettività , tenutasi a Modena, elabora un linguaggio pittorico legato al realismo analitico del movimento tedesco. La sua tecnica pittorica raffinatissima incrementa l'atmosfera misteriosa, ma anche maestosa, dove sono inseriti i suoi personaggi “lunatici”. Comincia ad esporre nel 1970. Dagli anni ’90 incrementa la sua attività espositiva all'estero, nel 1994 è allestita una grande mostra, dove sono presenti anche due sculture, presso la Galleria Civica di Modena; nel medesimo anno è allestita una grande mostra che sarà presente inizialmente in Danimarca, poi in Germania, quindi in Olanda ed infine in Belgio.


WainerVaccari




Appartamento Caterina: Antonio Stagnoli
Nasce a Bagolino, in provincia di Brescia. Vive e lavora tra Brescia e Bagolino, alternando le suggestive visioni che dal suo studio bresciano si aprono sulla parte più antica della città alle genuine immagini montane della natìa Valle Sabbia. È autore di quadri a olio, incisioni, pastelli e chine. Di lui hanno scritto tra gli altri Alfredo Bonomi, Piero Borghini, Gianfranco Bruno, Mario De Micheli, Chiara Gatti, enrico ghezzi, Franco Loi, Franco Marcoaldi, Dario Micacchi, Domenico Montalto, Mario Pancera, Elisabetta Sgarbi, Vittorio Sgarbi, Roberto Tassi, Lorenza Trucchi.


AntonioStagnoli




Appartamento Giuseppe: Vanni Cuoghi
Vanni Cuoghi nasce a Genova nel 1966. La sua pittura rappresenta personaggi che paiono usciti da un libro di illustrazioni per l'infanzia, a cui , però, sembrano aver levato il lieto fine. Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all' estero tra cui si ricorda nel 2008 "Maestri di Brera" presso il Liu-Haisu Museum di Shangai e la Biennale di San Pietroburgo. Nel 2009 partecipa , con il gruppo Italian Newbrow alla Biennale di Praga a cura di Giancarlo Politi e Ivan Quaroni. A New York partecipa, nel 2010, a "Il Nuovo Profilo Italiano" presso Scope Art Fair. Nel 2011 è presente alla 54 Biennale di Venezia presso il Padiglione Italia a cura di Vittorio Sgarbi.


Vanni Cuoghi




Corridoio tra l’appartamento Giuseppe e l’appartamento Caterina: Angelo Davoli
Angelo Davoli, 1960, Reggio Emilia. Mostre recenti: nel 2001 Industrial Landscapes, Musei di Reggio Emilia; nel 2002 gall. Hof&Huyser di Amsterdam ed Annovi di Sassuolo a cura di A. Riva; Surrealismo Padano, Palazzo Gotico di Piacenza e Museo Rivoltella di Trieste a cura di V. Sgarbi.
Nel 2004 Sky-line, S. Mattia, Bologna a cura di M. Paderni; Quadriennale di Roma, sezione a cura di B. Buscaroli; vince la 55° ed. del Premio Michetti. Nel 2007 le collettive a cura di V.Sgarbi a Milanoal PAC e La pittura degli ultimi 40 anni a Palazzo Reale.
Davoli ha curato le scenografie per Aterballetto: nel 2007 per InCanto e nel 2009 scene e video per Certe Notti, coreografie di M. Bigonzetti, musica di L. Ligabue. Nel 2009 alla First Gallery di Roma con Cantiere Morini work in progress che porterà nel 2010 a Palazzo Casotti Reggio Emilia, testo di Marc Augè ed alla gall. Dieffe di Torino. Nel 2011 partecipa alla 54° Biennale di Venezia nel Padiglione Italia all’Arsenale curata da V. Sgarbi.


Angelo Davoli



Le Case Cavallini-Sgarbi

Hotel Residenza di Charme

Via Giuoco del Pallone, 31 – Ferrara

Alloggia nella ricercata atmosfera di una residenza storica di charme nel cuore medievale di Ferrara.
Trascorri giornate davvero speciali nelle stanze dove Ludovico Ariosto ha scritto l'Orlando furioso.
Lasciati incantare dalla visione di giardini segreti, archi in cotto ferrarese e arredi storici.

Per informazioni e prenotazioni: +39 349 7221394
booking@lecasecavallinisgarbi.eu   /   info@lecasecavallinisgarbi.eu



Itinerari ferraresi



Palazzo Schifanoia

Il simbolo stesso della potenza della famiglia degli Estensi e un corrispettivo ideale del Palazzo della Ragione. Qui sopravvive la memoria dei più grandi pittori ferraresi, tra i quali spicca Francesco del Cossa. E a ognuno si impone il grande portale marmoreo, sovrastato dai simboli della famiglia.

Museo del Duomo

Non si può pensare a questo museo, di via San Romano, senza andare con la mente alle ante dell’organo della cattedrale, con i capolavori di Cosmè Tura: San Giorgio e la principessa ma soprattutto l’Annunciazione: un gioiello anche dal punto di vista della prospettiva. Una perfetta geometria che fissa le due figure, dell’Angelo e della Vergine, in una corrispondenza esatta, quella fra il divino e l’umano.

Casa di Antonioni

Di Michelangelo Antonioni si potrebbe parlare per ore, giorni, come è ovvio. Basti dire qui che è stato forse l’unico regista italiano a raccontare storie che dicono la vita in tutti i suoi silenzi, spazi vuoti. Molta arte e fotografia di oggi non sarebbero neppure concepibili senza un richiamo specifico a lui.

Casa di Biagio Rossetti

Situata in via XX Settembre 152, antica via della Ghiara, la casa dell’architetto per antonomasia di Ferrara, Biagio Rossetti, è ora il primo museo italiano di architettura. Chi vi transita nota subito le finestre binate e le decorazioni in cotto. E l’impressione è quasi di raccoglimento, forse dovuto alla struttura binaria. Una casa “familiare”, che suscita l’idea dell’intimità e della compostezza.

Palazzo dei Diamanti

Corso Ercole I d’Este è anche la via di questo palazzo, caratterizzato dal celebre bugnato esterno di marmo bianco, le cui punte, orientate in modo diverso per catturare la luce al meglio, danno al tutto l’aspetto di una fortificazione borgesiana, se così si può dire di un capolavoro rinascimentale.

La via piu' bella d'Europa: corso Ercole I d'Este

Un intreccio di case aristocratiche e di giardini per la via più sontuosa di Ferrara. La via dei poeti, dove andava a passeggiare Giorgio Bassani, immergendosi in un passato forse inconsolabile.

Cimitero Ebraico

Questo è uno di quei luoghi che la storia intesse assieme alla letteratura, complice una indicibile nostalgia, che coglie chiunque. La lapide di Giorgio Bassani, realizzata da Arnaldo Pomodoro, sta poi lì a ricordarci che grazie al “Giardino dei Finzi Contini” un’aura speciale circonda questo reperto del passato rendendolo vivo, carico di storia e di tutte le “storie” che uomini come Bassani hanno costruito, e che fanno risplendere la memoria dei ferraresi e anche di chi non lo è ma li ha amati nelle parole della grande narrativa italiana del Novecento.

Certosa / Cimitero Cattolico

La Certosa, con la Chiesa di San Cristoforo, è un luogo da visitare magari in bicicletta, per apprezzare l’atmosfera da giardino, così diversa da quella che gravita intorno al cimitero ebraico. Qui riposa Michelangelo Antonioni, ma anche De Pisis, e le lapidi ottocentesche s’impongono allo sguardo non meno di quelle del Monumentale di Milano.

Castello Estense

Il Castello è del Trecento, e in quanto tale una fortezza tardo-medioevale; ma poi, le balconate di marmo ci introducono alla vita rinascimentale, allo sfarzo della corte ducale, testimoniato anche dai dipinti della scuola dei Filippi. Insomma, non un castello “di guerra”, ma una residenza che ammalia per le fantasie che richiama con le sue tracce di un lusso perduto.

Il compianto di Guido Mazzoni alla chiesa del Gesù in via dei Borgoleoni

Il Compianto di Guido Mazzoni ha attirato la mia attenzione insieme alle altre opere dello stesso autore e di altri grandi scultori come Niccolò dell’Arca. Di tutte ho esplorato le forme nel mio film “Il pianto della statua”, edito da Bompiani. Sono opere che appartengono al dominio dell’arte e al tempo stesso della fede, rivissuta con un realismo che incute soggezione e desta stupore continuo.Contemplare questi capolavori è una vera avventura dello spirito.

La via dei Duelli, che è la più stretta via della città

Non bisogna essere necessariamente a Napoli per incontrare una via stretta. A Ferrara c’è il vicolo dei Duelli, che è strettissimo, un pertugio da elfi o gnomi. E’ bello andarci per riflettere sotto costrizione ideale di uno spazio compresso.

Sant'Antonio in Polesine

Questo monastero di clausura di monache benedettine va segnalato non solo per la sua bellezza, ma anche per l’affresco che vi si trova, del XIV secolo: raffigura Cristo che sale una scala a pioli verso la croce. Simbolo della volontà di offrirsi come agnello sacrificale. E’ un’opera d’arte unica, potente nella sua semplicità compositiva.



ITINERARI FUORI FERRARA



Visita alla Fondazione Cavallini Sgarbi - Ro Ferrarese 4000 opere raccolte dal critico Vittorio Sgarbi

E’ possibile visitare anche l’antica Farmacia Storica con arredi Liberty floreali annessa alla Fondazione Cavallini Sgarbi La Farmacia Storica Sgarbi di Ro Ferrarese è classificata “di antico diritto”, poiché la sua istituzione risulta anteriore all’ordinamento degli Stati Pontifici promulgato il 15 novembre 1837. Tuttavia le prime notizie certe risalgono al 14 giugno 1852 e compaiono in una scrittura privata con la quale Luigi Mantovani e i fratelli Ippolito e Giovanni cedono il diritto di farmacia, esercitato nella località di Zocca, ad Alessandro Mari per la somma di “romani metallici scudi cinquecento”.’

Gita sul Po - a bordo della Nena

Tempo: due ore circa. Partenza dalla Darsena di San Paolo di Ferrara, e avanti attraverso il Po Grande fino a Ro Ferrarese. Questo è il percorso compiuto dal battello fluviale Nena. Meglio che essere a New Orleans: un sogno a occhi aperti lungo le terre e le acque ferraresi.

La tenuta privata di Zenzalino (tra Ro e Copparo), dove e' stato allenato il mitico cavallo Varenne.

E’ un luogo davvero meraviglioso, una lunga strada bianca tutta alberata con pioppi altissimi, e con poche case che costituiscono un piccolo villaggio a sé stante. Ma anche un luogo della memoria, se si pensa che la tradizione ippica celebra questo come il sito per eccellenza degli amateurs di Varenne, il cavallo mitico, anzi, bisogna forse dire “ariostesco”.

Tresigallo - una citta' razionalista, fondata da Edmondo Rossoni negli anni '30.

E’ un paese fuori dal comune: le strade dritte e le piazze tonde, l’ipnotico disegno geometrico dei viali piastrellati, i portici illuminati dal sole, l’impercettibile senso del sacro di cui ogni cosa è permeata, le pedalate felici in bicicletta nel silenzio della campagna. E infine, la consapevolezza che finché le ruote della bicicletta girano, si è salvi, e ancora detentori di un segreto, quello di un mondo antico in cui si radica un altrettanto antico orgoglio.